lunedì 9 maggio 2016

La corretta gestione del rischio nel trading binario

Il trading binario sembra essere diventato la nuova frontiera per chi ama fare trading online. Affascinati dalla possibilità di fare profitti "facili", molti abboccano all'esca lanciata da broker con pochi scrupoli, che spesso e volentieri non hanno neppure i necessari requisiti di solidità finanziaria per operare in questi mercati.

E' vero, fare trading binario dà la possibilità di ottenere dei guadagni in tempi anche rapidissimi, ma lo stesso discorso valere le perdite. Non è una scommessa, occorre saper dove mettere le mani e conoscere come gestire al meglio il rischio, ottimizzando i trade in base allo stile e agli obiettivi. Anche se si ha il vantaggio di limitare il rischio di perdita a quello che viene investito, non sono pochi quelli che hanno finito per diventare schiavi del trading perendo somme ingenti.

Quando si effettuano delle operazioni binarie non bisogna mai muoversi al buio, senza una precisa strategia. Bisogna sempre iniziare sapendo il potenziale di rischio di una certa operazione, e programmare le nuove posizioni in base alla soglia di pericolo che riteniamo accettabile.

Gestire il rischio attraverso il capitale investito, significa essenzialmente determinare il numero di trade che si possono aprire contemporaneamente e i relativi budget adeguati alle operazioni. Qualunque sia la strategia di risk management che un trader sceglie, la cosa importante è averne una e poi rispettarla fedelmente. Controllare il rischio è infatti il primo passo per ottenere un guadagno. Ed è proprio per questo che soltanto in pochi ci riescono.