lunedì 12 settembre 2016

Mps, buone notizie: Morelli piace alla BCE. Ma il titolo crolla

Sono giorni decisamente pesanti per Monte Paschi. L'addio dell'ad Viola ha aperto una voragine di potere al vertice dell'istituto, proprio nella fase più calda del programma di risanamento. Ecco perché ci si sta muovendo molto rapidamente per trovare un successore adeguato, che sia pronto a prendere il timone in tempi brevissimi. L’arrivo del nuovo amministratore delegato di Mps è questione di giorni, e la strada sembra andare dritta verso Marco Morelli.

MPS sotto pressione. Calo in borsa e corsa contro il tempo

Intanto però il titolo si trova a dover fronteggiare un pesante calo in borsa. Questa mattina, dove comunque i titoli sono tutti in rosso e il Ftse mib cede l'1,9%, Monte Paschi è la maglia nera e perde il 3,6% a 0,23 euro. E' una situazione incerta e volatile, quella dell'istituto bancario. Farà felice gli utenti di 24option, che fanno trading binario sul titolo dell'istituto senese (puoi trovare recensioni e opinioni su 24option in questa pagina).

Ad ogni modo, un po' di stabilità dovrebbe giungere a breve termine. Secondo le ultime indiscrezioni infatti, il nome di Marco Morelli piace alla BCE.
L'amministratore delegato di Merrill Lynch in Italia ha già ottenuto un preliminare e informale via libera dalla banca centrale europea. Avrebbe ottenuto esito positivo, infatti, una verifica svolta da Egon Zehnder, che è anche consulente dell’istituto centrale.

Lo stesso Morelli inoltre, sembra che abbia avuto dei contatti con il ministero dell’Economia. Insomma già sta muovendo i suoi passi. Del resto il tempo stringe, visto che entro fine mese Mps dovrà approvare il piano industriale, che è essenziale al salvataggio di MPS, ma risulta importantissimo per la tenuta dell’intero sistema bancario italiano.

La nomina del successore di Viola dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, c'è chi azzarda giovedì prossimo. Ad ogni modo non è stata ancora fissata la data del cda.