venerdì 9 settembre 2016

Samsung, danno da 6 miliardi di dollari per il difetto del Galaxy Note 7

Un temporale si è abbattuto sulla Samsung e rischia di costargli carissimo. Il colosso sudamericano ha dovuto infatti richiamare il modello Galaxy Note 7 in molti paesi, per via di un difetto molto pericoloso, che ha già causato l'esplosione del dispositivo in 35 circostanze.

Inutile dire che il titolo, dopo che è venuta fuori la notizia, è crollato in picchiata passando da 750 dollari a circa 700, anche se negli ultimi giorni ha quasi recuperato del tutto il gap.
Il danno economico comunque è stato già stimato in modo approssimativo. Solo per richiamare i modelli difettosi toccherà infatti sostenere una spesa che - secondo Bloomberg - dovrebbe aggirarsi sul miliardo di dollari. A questo vanno sommate i mancati guadagni, che ammonterebbero a circa 5 miliardi di dollari, tagliando i margini dei profitti dell’1.5%.
Sarà quindi una vera batosta economica per la Samsung, quantificabile in 6 miliardi di dollari (secondo il convertitore euro-dollaro sono 5,33 miliardi di euro). Il colosso sudcoreano, dopo un lungo periodo sospeso tra momenti di crisi e buone accelerate, proprio grazie al Galaxy Note 7 sembrava aver imboccato la strada giusta per il profitto.

Il difetto che costa caro alla Samsung

Alcuni modelli del phablet infatti hanno un problema riconducibile a un difetto nel trasformatore oppure nel cavo di ricarica. Il guasto riguarderebbe solo modelli fabbricati in Corea e Vietnam, mentre quelli realizzati in Cina non lo presentano. Peraltro la situazione si è aggravata nelle ultime ore, visto che la tv americana Fox ha riportato che in Florida, proprio un Galaxy lasciato in carica all'interno di una Jeep, sarebbe esploso mandano l'intera vettura in fiamme.

E' un vero macigno, quello che si è abbattuto sulla compagnia. Infatti il modello stava riscuotendo grande successo presso il pubblico e nelle recensioni, e anche i primi risultati di vendita erano molto incoraggianti. Tutto inutile, perché anche se la casa sudcoreana sta richiamando il modello in 10 mercati, il danno d'immagine resta. Non servono a nulla, infatti, le scuse immediate da parte dei manager del colosso tecnologico.