lunedì 31 ottobre 2016

Commercio: UE e Canada firmano il CETA. Ecco i vantaggi del libero scambio

Dopo aver penato tanto per riuscire a concretizzare l'accordo, finalmente Unione Europea e Canada hanno messo nero su bianco il CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement), ovvero l’accordo di libero scambio. Il trattato dà quindi il via ad una nuova era nel commercio tra le due parti. Messe assieme, UE e Canada formano un mercato di 536 milioni di consumatori, che adesso avranno molti meno vincoli nelle loro operazioni.

Un accordo che farà bene al commercio

Il CETA prevede infatti la rimozione delle barriere alle importazioni ed esportazioni, e quindi la nascita di possibilità di risparmio e nuove opportunità di business.

La firma in calce all'accordo è arrivata al termine di un summit convocato di domenica, dopo che in un primo momento era stato cancellato per le resistenze del parlamento regionale vallone, preoccupato per le possibili ricadute sulla sua economia.
Questo stallo aveva messo a dura prova la pazienza del Canada, che settimana scorsa si era detto pronto a chiudere le trattative e tirarsi indietro.
Condividi questo articolo. A te non costa nulla, per noi vale tanto


Dopo le pressioni del governo belga però, anche la Vallonia ha dato il via libera nei giorni scorsi alla chiusura del negoziato, che è stato firmato nella giornata di ieri. «E’ un buona giornata per l’Ue» ha detto l’Alto rappresentante per la Politica estera e di sicurezza dell’Ue, Federica Mogherini. Quest'ultima si è detta fiduciosa che nel breve periodo verrà chiuso un accordo analogo anche con gli USA (il Ttip).

Quali vantaggi otterrà la UE dal CETA? Potrà tutelare i marchi di indicazione geografica per i prodotti alimentari, perché spariranno dal mercato le contraffazioni canadesi dei cibi. Inoltre i cibi canadesi distribuiti nel mercato unico dovranno rispettare i vincoli comunitari su ogm e ormoni della crescita.