lunedì 10 ottobre 2016

Forex in attesa della FED. In settimana parlano 7 esponenti

La settimana sui mercati valutari sarà segnata soprattutto dalla FED. Nel corso dei prossimi giorni, infatti, è previsto l'intervento di ben 7 membri del l'istituto centrale statunitense, che sarà senza dubbio catalizzatore dell'attenzione dei forex trader.  Il culmine ci sarà venerdì, quando parlerà la presidente Janet Yellen.

La FED e il forex

L'interesse per questi interventi nasce dalla volontà di capire qualche cosa in più in merito al rialzo dei tassi di interesse. Nelle scorse settimane c'è stato un tira e molla sulla possibilità che la Federal Reserve aumentasse il costo del denaro, dando il via a una svolta restrittiva. Tuttavia un evento del genere non si è mai verificato.

Secondo gli analisti potrebbe accadere ancora entro il 2016, ma soltanto verso fine anno. Ecco perché assumono importanza i discorsi dei membri della FED, per capire se alluderanno con minore o maggiore forza a un rialzo del tasso a dicembre, che si ritiene probabile al 65%.

Al momento sul fronte Forex, il dollaro continua a sembrare abbastanza solido (se volete investire sfruttando i bonus senza deposito Forex guardate qui). Ma ci si chiede sempre di più se questa situazione rimarrà tale nel caso in cui la FED deciderà ancora di rinviare l'appuntamento con il rialzo dei tassi. In quel caso diventerebbe più probabile una spinta al rialzo del cross EUR/USD.
Il suo valore oggi è di 1,1156, secondo i dati della piattaforma copy trading eToro.

Le presidenziali USA

Ricordiamoci poi di un altro fattore molto importante nel breve periodo: le lezioni. Durante il dibattito presidenziale tra Trump e Clinton non si sono affrontate questioni davvero rilevanti per i mercati dei cambi. Ma nel prossimo faccia a faccia, e nell'imminenza delle votazioni, di sicuro verrà toccato anche l'argomento.