martedì 1 novembre 2016

Ricevute e scontrini, arriva anche in Italia la lotteria "anti-evasione"

Sbarca anche in Italia la lotteria associata agli scontrini fiscali. Così tutti saranno incentivati a chiederli e daranno un colpo all'evasione fiscale, uno dei grandi mali italiani. Verrà fatta un’estrazione a premi (parteciperanno anche le fatture) tramite gli scontrini e le ricevute «parlanti», quelle cioè che riportano il codice fiscale fornito dal cliente al momento dell’acquisto. Si comincerà nel 2018.

Come funzionerà la lotteria su scontrini e ricevute

E' una delle misure previste nel Ddl di bilancio che è stato appena trasmesso alla Camera per iniziare il suo iter di approvazione parlamentare.
Se verrà dato l'ok, allora a partire dal 1 gennaio 2018 cominceranno le lotterie degli scontrini, nelle quali saranno coinvolti tutti i contribuenti persone fisiche residenti nel territorio italiano che effettuano acquisti di beni e servizi come privati cittadini e quindi non nell'attività d'impresa o di lavoro autonomo.

Per partecipare alla lotteria, occorrerà anche che il commerciante invii telematicamente i dati degli scontrini all'amministrazione finanziaria.
Condividi questo articolo. A te non costa nulla, per noi vale tanto


Questo meccanismo è già in funzione in Portogallo e in altri paesi stranieri. Proprio l'esperienza portoghese viene indicata nella relazione tecnica al Ddl di bilancio, che sottolinea come nel 2014, primo anno di applicazione, si è osservato un incremento del gettito dichiarato dell’8,7 per cento.

Le stime riguardanti l'Italia invece parlano di circa 43,7 miliardi di "emersione" potenziale. Per arrivare al top però occorreranno degli anni, mentre nel primo anno di applicazione si stima un'adesione bassina (5%) con soli 2,2 miliardi di introiti. Questo dato non potrà comunque essere inserito in bilancio dal momento che non è stimabile con precisione né l’importo né il numero dei premi della lotteria.