venerdì 24 febbraio 2017

Unicredit fa festa: aumento di capitale sottoscritto al 99,8%

Arrivano ottime notizie per Unicredit. L'operazione di ricapitalizzazione è perfettamente riuscita, visto che è stato sottoscritto il 99,8% del nuovo capitale per una cifra di 13 miliardi. A comunicare l'esito dell'operazione è stato lo stesso istituto di Piazza Gae Aulenti, che ha evidenziato anche come si sia concluso il periodo per l'esercizio dei diritti di opzione relativi all'offerta.

Alla fine il numero di azioni sottoscritte è stato pari a 1.603.055.740, che sono appunto il 99,8% di quelle nuove che erano state offerte a partire dall'inizio di febbraio. Non sono stati esercitati 1.469.645 diritti di opzione per un valore pari a 30,912 milioni di euro. Il controvalore complessivo invece dei diritti esercitati è di 12,968 miliardi.

L'ultimo passaggio per Unicredit

Adesso si svilupperà l'ultima parte dell'operazione, visto che i diritti non esercitati verranno offerti in Borsa tramite Unicredit Bank AG, Milan Branch. La vendita avverrà nelle sedute che vanno dal 27 febbraio fino al 3 marzo 2017, salvo che siano venduti tutti prima del termine.
Una volta riaperti i termini per i diritti non esercitati, i diritti acquistati potranno essere utilizzati per la sottoscrizione, al prezzo di 8,09 euro per ciascuna nuova azione, di 13 nuove azioni ordinarie ogni cinque diritti acquistati.

A conti fatti questo è un grande successo per il CEO, Jean Pierre Mustier che ha sempre sostenuto che l'operazione sarebbe andata a buon fine. Aveva anche evidenziato che se la banca non fosse riuscita a completare il percorso di ricapitalizzazione, questo avrebbe potuto portare a significativi impatti negativi sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria del gruppo stesso.
Un rischio che oggi sembra finalmente scongiurato.
Intanto questa mattina il titolo UniCredit guadagna in Borsa lo 0,7%.