domenica 30 luglio 2017

Tasse, lunedì è l'ultimo giorno utile per la rottamazione

Si avvicina ormai la scadenza per 'aderire' alla rottamazione delle cartelle. Lunedì infatti sarà l'ultimo giorno utile per effettuare il versamento della prima rata al Fisco, oppure quanto dovuto in unica soluzione (la decisione spetta al contribuente). E siccome al momento non sembra esserci alcuna traccia di proroga all'orizzonte, da martedì chi non sarà stato puntuale nel rispettare la scadenza perderà il beneficio della procedura.


Nel frattempo però scatteranno alcune proroghe che il fisco ha voluto per semplificare la vita dei contribuenti. Proprio per questo il viceministro all'Economia, Luigi Casero, procederà ad istituire un tavolo tecnico stabile al Mef al quale parteciperanno i commercialisti. Questo per individuare tutte le azioni necessarie per l'attuazione dello Statuto del Contribuente, e spingere verso una semplificazione del sistema fiscale italiano.

Le proroghe in materia di tasse

Riguardo alle proroghe di cui parlavamo poco fa, in buona parte si tratta di misure già pubblicate in Gazzetta Ufficiale, mentre altre ancora non sono operative benché siano state già annunciate.

Ad esempio, per aderire alla 'voluntary disclosure bis' (ovvero la regolarizzazione dei capitali all'estero), il termine originario che era previsto per il 31 luglio è stato prorogato al 30 settembre. In questo caso il decreto non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, come invece è avvenuto per quello che allunga fino al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione della dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770 presentato in via telematica) e delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di imposta regionale sulle attività produttive (Irap).

Anche per i lavoratori autonomi è stato prorogato il termine per i versamenti delle imposte (fino al 20 agosto 2017) che saranno pagabili con una lieve maggiorazione dello 0,40% (a titolo di interesse). Anche in questo caso il provvedimento non è ancora operativo, ma verrà formalizzato con un DPCM su proposta del Ministro dell'Economia che sarà firmato nei prossimi giorni.