sabato 30 luglio 2016

Ma i grafici servono davvero per guadagnare nel forex?

E' una domanda che mi sono posto tante volte. Seguire solo i grafici per investire nel forex, ha una vera utilità?
Il dubbio deriva dal fatto che più o meno tutti i grafici (o meglio tutti gli oscillatori e indicatori) suggeriscono lo stesso: quando investire o disinvestire. L'unica cosa che cambia è il tempo di reazione. Alcuni oscillatori colgono subito dei segnali e molto meno altri, mentre certi indicatori colgono meglio dei segnai di trading e meno altri.
Insomma tutto si gioca sui tempi, mentre sulla sostanza più o meno vanno tutti nella stessa direzione.
E allora, se vanno tutti nella stessa direzione, ha un senso seguirli visto che tutti i trader del mondo lo fanno?
In fondo a prescindere dallo strumento che usate, tutti danno lo stesso segnale grafico. Potete usare la EToro webtrader, oppure le piattaforme LCG, oppure quello che vi pare, ma alla fine otterrete sempre lo stesso.
E allora non ci si riduce ad essere un gregge di pecore che corre dietro a una linea che si curva di qui o che si curva di là?

La risposta è sì. Ecco perché i migliori trader parlano di studio, studio e studio. Se ti limiti solo al disegnino sul monitor per guadagnare con il forex, allora comincia a benedire i tuoi capitali perché sei destinato a perderli. Analizza il mercato, trova le fonti migliori delle informazioni a livello macro. Quelle più accurate e possibilmente più tempestive. La vera ricchezza è là dentro, non nel disegnino sulla piattaforma di trading.
Ho provato a fare un esperimento: ho tolto di mezzo tutti i grafici dalla mia piattaforma sul conto demo gratuito IQoption (mi raccomando, quando fate esperimenti fateli sempre sulle piattaforme di trading demo, meglio se gratuite!) e ho provato a tradare solo in base alle informazioni. Devo ammettere che ho provato un senso di smarrimento per qualche ora, però piano piano ho cominciato a negoziare qualche valuta e ho capito che certe mie azioni erano corrette, ma solo un po' tardive.
A quel punto ho aggiunto (ripeto: AGGIUNTO) anche l'analisi grafica. E tac! Preso, preso, preso...
Analisi grafica e analisi macro servono come il pane all'olio, il pancarré alla Nutella. Sono due facce di una stessa moneta. Quella che vogliamo metterci in saccoccia...