domenica 1 gennaio 2017

Tariffe: il canone RAI scende a 90 euro e sarà spalmato a rate in bolletta


Cambiano nuovamente le regole per il pagamento del canone RAI. Nell'anno che è appena cominciato infatti, l'importo della tariffa per l'utilizzo del servizio radiotelevisivo scenderà di 10 euro, passando da 100 a 90, ma sarà anche spalmata a rate tra i diversi mesi dell'anno. In particolare, le rate si intendono scadute il primo giorno del mese, da gennaio a ottobre.

Canone RAI, ecco le nuove regole sulle tariffe


L’addebito in bolletta è collegata alla residenza anagrafica, ma comunque il canone è addebitato su una sola fornitura anche nell’ipotesi in cui per un medesimo codice fiscale risultino più forniture rispetto alla residenza.

L’addebito avviene in base ad una "presunzione" che sia detenuto una tv là dove c’è un’utenza elettrica che coincide con la residenza anagrafica.

Proprio per questo motivo, spetta all'utente dimostrare che la presunzione è sbagliata, e che non c'è alcun apparecchio Tv in casa. Chi lo ha fatto dal 31 luglio 2016 al 31 gennaio 2017 sarà esonerato dal pagamento del canone per l’intero anno. Chi lo farà dal 1° febbraio al 30 giugno 2017 sarà esentato dal canone per il secondo semestre 2017.

L’Agenzia delle Entrate inoltre ha fornito delle tabelle con gli importi delle rate del canone per le utenze già attivate e per quelle nuove, che vengono allineate al mese in cui si accende l’abbonamento. Se l’utenza è attivata dopo il 1° ottobre, le 3 rate 2017 si pagheranno in unica soluzione nel gennaio 2018.