martedì 7 marzo 2017

Forex, la RBA non tocca i tassi. Lieve rialzo per l'aussie

Come ampiamente previsto dagli analisti, la Banca centrale Australiana ha deciso di conservare immutati i tassi di interesse al livello dell'1,5%. Si tratta del valore minimo raggiunto ad agosto scorso, quando venne fatto un ritocchino di 25 punti base. Fu peraltro il secondo ribasso nel giro di pochi mesi. Da allora però la RBA ha deciso di non muovere più alcunché nella propria politica monetaria, attendendo gli eventi soprattutto dagli USA.

Tassi e aussie nel Forex

La scelta della RBA ha momentaneamente rafforzato il dollaro australiano contro la valuta statunitense. Il cambio AUD/USD infatti è salito e sta viaggiando attualmente in rialzo dello 0,33% su quota 0.7604 secondo il nostro broker xm trading, recensioni qui. In giornata c'era stata prima una impennata subito dopo le comunicazioni della banca centrale australiana, poi un ripiegamento e quindi una nuova risalita.

La scelta di conservare il costo del denaro all'1,5% apre la strada ad un consolidamento del cambio AUD/USD. Tuttavia adesso bisogna capire cosa succederà settimana prossima, quando è previsto il probabile aumento dei tassi da parte della Federal Reserve. Questo potrebbe spingere verso il ribasso la coppia aussie-biglietto verde.

I livelli tecnici da monitorare attualmente sono 0.7650/56 (puntate sempre ad ottenere il miglior spread trading, cos'è lo vedete qui), che potrebbe essere una resistenza cruciale, che qualora violata potrebbe spianare la strada verso quota 0.7701.
Sul fronte ribassista, invece, il supporto si trova a 0.7542. Al di sotto di tale livello, diventerebbe probabilmente molto forte la pressione di vendita sull'aussie, indirizzandolo verso quota 0.7507/00.