venerdì 26 maggio 2017

Sterlina di nuovo sotto stress sui mercati valutari. La Brexit colpisce il PIL

E' ripresa la marcia la rialzo dell'euro nei confronti della sterlina britannica, dopo i dati deludenti sul PIL della Gran Bretagna. Giovedì la coppia EUR/GBP ha infatti registrato una sessione all'insegna della volatilità, macinando poi un rialzo. Quest'ultimo è stato evidente subito dopo i dati sul PIL, ma poi è progressivamente sceso nel corso del pomeriggio. Una situazione da manuale di investimenti, per chi utilizza un conto demo trading gratuito per Forex.

Quanta pressione sulla sterlina

Tornando alla coppia euro-sterlina, la nostra impressione è che il mercato finirà col postare nuovi massimi, anche se potrebbe essere necessario prima un pullback per rivedere una nuova spinta al rialzo. La rottura al di sopra di quota 0,8675 sterline potrebbe aprire le porte alla possibilità che si arrivi a quota 0,88 sterline, che dal punto di vista tecnico rappresenta al momento un livello molto significativo.

Sembra molto meno probabile che si posa assistere a una rottura al di sotto delle 0,8550 sterline, visto che al momento gli acquirenti sembrano essere più forti. Non è un caso se i più affidabili segnali forex gratuiti puntino tutti o quasi verso l'apprezzamento della valuta unica.

Ricordiamo però che in questo momento il mercato dell'euro-sterlina è caratterizzato da una forte volatilità. Ciò perché le due economie hanno una grossa connessione. Dal lato britannico il peso maggiore ce l'ha ovviamente la questione Brexit, che si prospetta sempre più hard se diamo ascolto alle dichiarazioni rilasciate dai funzionari di entrambi i vertici.
Teniamo anche a mente che tra poco ci saranno le elezioni anticipate in Gran Bretagna, e il nuovo governo dovrà subito mettersi all'opera sui negoziati con Bruxelles. Da quel momento comincerà un periodo ancora più intenso per la sterlina.