martedì 9 maggio 2017

Wall Street, continua la marcia da record di Apple: +32% nel 2017

Continua il rally da record di Apple in Borsa a Wall Street. Il titolo del colosso high-tech ha infatti segnato un balzo del 32% dall'inizio dell'anno, e nella giornata di ieri ha toccato il nuovo massimo a quota 800 miliardi di dollari (circa 730 miliardi di euro) di capitalizzazione, con il titolo in rialzo del 2,6% a 152,92 dollari (dati della piattaforma eToro webtrader openboook).
Si tratta di una performance complessiva incredibile, tenuto conto che nel corso di questi mesi l'indice di riferimento S&P500 è salito del 7%, quasi cinque volte di meno di Apple.

Il driver principale della crescita enorme di Apple è da ricercare nelle aspettative che il nuovo iPhone sarà realizzato in tempo, contrariamente a quanto i mercati temevano Inoltre un altro fattore importante di spinta è che gli analisti ritengono che il colosso di Cupertino nel breve periodo centrerà i 1000 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Le prospettive di Apple a Wall Street


Non ci sono dunque stati effetti per via del calo di vendite registrato da Apple. Secondo gli analisti infatti il colosso high-tech potrebbe centrare come target quota 202 dollari per azione, vista la sua capacità di resistere agli eventi avversi di mercato tramite la sua capacità unica di sviluppare hardware, software e servizi. Un'idea che stuzzica i trader binari, che continuano a fare affari su questo titolo (occhio sempre a fare affari con intermediari autorizzati. Qui c'è un elenco broker opzioni binarie Consob).
E' in special modo il settore degli smartphone quello in cui si ritiene che l'azienda di Cupertino possa ancora crescere, visto che controlla attualmente solo il 14,6% del mercato globale.

Inoltre su Apple ci sono sempre voci insistenti riguardo diversi processi di acquisizione. Del resto non potrebbe essere diversamente, visto che con una liquidità pari a 247 miliardi di dollari di liquidità, è sempre in prima fila per possibili affari su Netflix e Walt Disney. Secondo Citigroup, la prima sarebbe l'ipotesi di acquisizione più probabile (40% di possibilità), mentre Walt Disney potrebbe essere acquistata al 25% di chance. Non c'è che dire, ad Apple l'anno dell'anniversario decennale del lancio dell'iPhone sta portando bene.