sabato 29 ottobre 2016

Economia: l'addio all'ora legale frutta all'Italia 90 milioni di euro

Cosa c'entra l'ora legale con l'economia? C'entra, c'entra. La notte tra sabato 29 e domenica 30 le lancette degli orologi si dovranno spostare un'ora indietro (in realtà ormai le apparecchiature elettroniche si autoaggiornano).
Si chiude infatti il periodo in cui è stata in vigore l'ora legale e si torna a seguire l'ora solare. Alle 3.00 quindi si fa un piccolo salto indietro nel tempo, che frutterà alle casse dello stato ben 90 milioni di risparmi.

Che benefici danno 60 minuti all'economia?

Secondo le rilevazioni di Terna, infatti, il periodo di ora legale che ha avuto inizio lo scorso 27 marzo, l'ora quotidiana di luce in più ha portato a ritardare anche l'uso della luce artificiale.

Tutto questo si è tradotto in un risparmio di ben 573 milioni di kilowattora all'Italia, mentre nel 2015 era stato di 552 milioni di kWh.

Questo si traduce - in termini di costi - in un risparmio di circa 90 milioni di euro. Dal 2004 al 2016 il risparmio complessivo del Paese è stato di circa 7 miliardi e 840 milioni di kilowattora, che sono equivalenti a circa 1 miliardo e 170 milioni di euro.